Per scrivere un articolo non serve solo un contenuto accattivante, bisogna anche seguire delle regole specifiche e costruire una corretta struttura mantenendo una coerenza stilistica tra tutti gli articoli, in modo che siano collegati da elementi caratteristici e che leggendoli diano immediatamente l’impressione di appartenere al tuo blog.

E’ possibile che tu ti avvalga di diversi collaboratori per la stesura degli articoli, ognuno con uno stile differente: questo non è necessariamente un aspetto negativo, tuttavia è importante che il tono e i contenuti non confondano l’utente lettore.

E’ fondamentale porsi un obiettivo specifico per verificare il successo di un articolo, avendo bene a mente quello che si vuole ottenere e persuadendo il lettore a compiere una determinata azione parlando la sua lingua e offrendogli quello che sta cercando.

In questo articolo ti spiegheremo come scrivere un articolo efficace, mostrandoti le regole base da seguire per un blog di successo.

La struttura di un articolo: le parti che lo compongono

Il Titolo (H1)

Come accennato nelle righe precedenti, un articolo deve avere una struttura ben definita.
Il titolo è la prima cosa che un utente visualizza e per questo motivo deve essere in grado di incuriosire.

Preciso e accattivante, il titolo sarà l’amo che riuscirà ad attirare l’attenzione dei lettori e che porterà visualizzazioni e traffico sul tuo sito.
Il titolo è una parte fondamentale del tuo articolo. Pensare a titoli sempre differenti non è una passeggiata, ma con un po’ di pratica sarai in grado di crearne di adeguati ai tuoi contenuti.

Esistono delle semplici regole che possono aiutarti in questo arduo compito:

^

Titoli che insinuano timore

“Pensi che il tuo [Parola Chiave] sia al sicuro?”

^

Titoli di chiarimento

“Come fare [Parola Chiave]

^

Titoli di raccolta consigli

“7 modi per [Parola Chiave]

^

Titoli di raccolta errori

“10 errori [Parola Chiave] da evitare ad ogni costo”

E’ importante che il titolo contenga almeno una parola chiave decisa per l’articolo.

   

Il Corpo (Body-Copy)

Il corpo rappresenta il contenuto descrittivo dell’articolo, esso deve essere avvincente per mantenere un certo interesse nell’utente dopo che il titolo avrà attratto la sua attenzione.

Le prime due frasi che aprono l’articolo sono decisive: sono definite “uncino” e sono il ponte tra il titolo e il corpo del testo vero e proprio. L’uncino deve confermare la curiosità iniziale e farla via via aumentare.

Ma ora passiamo al punto cardine dell’articolo che può essere un argomento o un problema. L’argomento dell’articolo deve rappresentare un approfondimento che fornisca al lettore delle informazioni utili e che sia propositivo oppure, nel caso in cui si stia affrontando un problema, che fornisca una soluzione efficace, che molto probabilmente coincide con l’obiettivo che ti sei posto.

Il Corpo ha fine nella parte conclusiva dell’articolo, la parte in cui si chiude il tutto con un breve riassunto di quanto scritto.
Il finale è di importanza basilare, non deve essere semplicemente un commiato, ma un invito ad agire. Spingi i tuoi utenti a commentare, a contattarti, a seguirti e mantieni aperta la comunicazione.

 

Il contenuto del Body-Copy

Il segreto è essere schematici, limpidi e rilevanti.

Esistono degli elementi da evitare durante la stesura del testo, come ad esempio giri di parole complicate, frasi troppo lunghe o complesse a livello sintattico, eccessiva punteggiatura.

Non spingere mai un utente a leggere due volte una frase perché poco chiara, avrai perso la sua attenzione.

Scegli sempre una parola chiave primaria e qualche parola chiave secondaria da utilizzare all’interno del testo, ma fai attenzione a includerle con criterio perché i motori di ricerca sono molto rigorosi e non accettano accumuli di keyword inserite casualmente o forzatamente.

Come già specificato all’inizio, tenere sempre a mente l’obiettivo nello scrivere il tuo articolo ti aiuterà a definire una struttura efficace.

I sottotitoli (H2, H3, H4, H5, H6)

I sottotitoli sono degli elementi fondamentali per spezzare il testo dell’articolo rendendolo così più leggibile. Di norma ogni articolo dovrebbe contenere almeno 2 sottotitoli, in base ovviamente alla lunghezza finale del testo.

Così come per i titoli, anche per i sottotitoli è importante utilizzare frasi accattivanti che siano indicative del testo che precedono. Ricordati di usare le titolazioni a disposizione, come H2, H3, H4, H5, H6 (per ottimizzare il tuo articolo potrebbe essere necessario rivolgersi a uno specialista SEO).

Immagini

L’accoppiata “Visual” e “Copy” è la base di ogni comunicazione.
Scegli sempre immagini attinenti all’argomento trattato nell’articolo e cerca di non raccontare con le immagini quello che stai già rivelando nel testo e viceversa. I due elementi devono essere complementari, non ridondanti.

Ogni spazio a disposizione è importante, quindi probabilmente vorrai usarlo al meglio usando immagini emozionali che valorizzino il contenuto testuale rendendolo così ancora più avvincente.

Ottimizza l’immagine con un nome che includa la parola chiave e il nome della tua attività e se possibile, a seconda della sua posizione, accompagnala con un titolo.

Inserire almeno un link è sempre un bene. Il link può essere interno, ovvero che rimandi a un altro contenuto all’interno del tuo sito correlato all’articolo in questione, oppure esterno, che sia indirizzato a un altro sito.

In questo ultimo caso fai attenzione alla credibilità dell’indirizzo di destinazione e assicurati che doni un valore aggiunto ai tuoi contenuti.

Ora conosci le regole fondamentali per la stesura di un articolo di successo, continua a seguirci per scoprire nuovi segreti sul mondo web!

Potrebbe interessarti anche questo nostro articolo di approfondimento “Il Content Marketing fa crescere il tuo business? 

Sei alle prime armi?

Contattaci, ti aiuteremo a scrivere articoli efficaci per il tuo blog!

Condividi questo articolo!